SORBO

foto frutti Sorbo

SORBO

15,00

Esaurito

15,00

Disponibilità: Non disponibile

Pianta grandeper il calcolo dei costi di spedizione

Descrizione

Caratteristiche: Il Sorbo domestico appartiene alla Famiglia delle Rosaceae, spesso coltivato per i frutti anche fuori dal proprio areale. In Italia si trova sporadico nei boschi montani di latifoglie, preferenzialmente su substrato calcareo. Il Sorbo domestico è un albero alto fino a 13 metri, molto longevo, di lenta entrata in produzione (per anticipare viene innestato su Cotogno o Biancospino); i rami sono grigi, con gemma quasi glabra e vischiosa. Le foglie sono alterne imparipennate, composte, lunghe fino a 20 cm, con 6 – 10 paia di foglioline ovale o lanceolate sessili, dentate ai margini, acute all’apice, sopra glabre e sotto tomentose. I fiori sono numerosi ed ermafroditi.  Il Sorbo domestico presenta frutti piriformi di colore giallo – rossastro, a maturità tendenti al bruno. La polpa è colore verdognolo, dal sapore acidulo, ricchi di acido malico e vitamina C. Se ammezziti diventano dolci, con polpa farinosa molle.

Epoca di Fioritura: Primavera

Impollinazione: Autofertile

Epoca di raccolta: Autunno

Utilizzo del frutto: Trasformazione (sidro, confetture, liquori e salse), consumo dopo ammezzimento

Editore: Libero da vincoli

Formato disponibile

La pianta sorbi è disponibile nel formato:

  • Pianta di 2 anni in vaso

Le piante a radice nuda sono le piante acquistate dagli agricoltori professionisti perché  hanno una ramificazione meglio strutturata che permette di ottenere la struttura di allevamento scelta dall’agricoltore

Il sorbo fruttifica a partire dal quarto-quinto anno dopo il trapianto

Noi dei Vivai Dalmonte abbiamo scelto di proporre al grande pubblico le piante a radice nuda perché:

  • la nostra missione è avvicinare tutti al mondo della frutticultura professionale diffondendo il nostro sapere acquisito in oltre 100 anni di lavoro
  • Hanno un prezzo competitivo rispetto alle piante in vaso e minori costi di trasporto
  • La pianta sopporta meglio il trapianto.

Caratteristiche del sorbo

L’albero di sorbo ha portamento colonnare e può raggiunge  20 metri di altezza e 12 metri in larghezza.Anche se in passato questa pianta era largamente coltivati oggi viene acquistata principalmente per il suo valore ornamentale: nel periodo primaverile il suo bel fogliame offre un ottimo dal sole. Mentre verso settembre le foglie iniziano lentamente a cambiare colore passando da giallo intenso a rosso acceso.

La fioritura del sorbo avviene alla fine del periodo primaverile, i fiori hanno un colore bianco. Il sorbo è una pianta autofertile quindi non richiede la presenza di altri esemplari per ottenere una buona produzione di frutti.

I frutti sono delle bacche con colorazione che varia dal giallo-verde al giallo-rosso e sono raggruppate in piccoli mazzetti di 8-10 bacche. A completa maturazione le sorbe hanno buon grado di dolcezza con un piacevole acidità.

 

Clima adatto al sorbo

Il sorbo si adatta bene a tutti i tipi di clima purchè piantato in pieno sole, inoltre resiste agli inverni più rigidi.

La pianta di sorbo ha una buona adattabilità nei confronti del terreno, riesce a tollerare senza problemi suoli argillosi e compatti purché privi di ristagni idrici. Tollera senza problemi anche terreni piuttosto calcarei. I risultati migliori si possono ottenere in substrati di medio impasto con una buona dotazione di sostanza organica, ben irrigui e drenati.Da adulto è abbastanza resistente ai periodi di siccità  mentre nelle fasi giovanili le piante dovranno essere aiutate con delle innaffiature nei periodi di caldo molto intenso.

Coltivazione in vaso

Si sconsiglia di coltivare il sorbo in vaso viste le notevoli dimensioni che la pianta può raggiungere.

Coltivazione in campo

Il sirbo si pianta in campo con una distanza abbastanza ampia inquanto il corniolo si sviluppa molto in larghezza. Si consiglia di mantenere un sesto d’impianto ampio, con distanze che variano tra i 4 e i 6 metri tra un albero e l’altro e almeno 4 metri di distanza tra le file.

Per la piantumazione del sorbo bisogna fare una buca profonda almeno 60 cm e larga 80-100 avendo cura di eliminare le radici delle altre piante. Infondo alla buca è consigliabile aggiungere un po di terriccio (circa  1/3 terra franca e 2/3 di terriccio professionale). Si può anche aggiungere una palata circa di letame ben maturo.

Prima di sistemare la tua nuova pianta nella nuova dimora si consiglia di immergere qualche minuto le radici  in un secchio d’acqua mista terra in modo da idratarle. Si consiglia poi di  allentare un po’ le radici assicurandosi che siano ben distribuite e avendo cura di non romperle. In questo modo possano svilupparsi più facilmente.

Il sorbo va’ piantato con il colletto al livello del suolo (il colletto corrisponde alla zona del tronco che emerge al di sopra della zolla di terra). Una volta posizionata la pianta bisogna comprimere la terra al piede dell’arbusto formando una conca e innaffiare il terreno abbondantemente (10/15 litri d’acqua) in modo da assicurare una buona coesione tra la zolla dell’arbusto e la terra.

Potatura

Il sorbo ha bisogno di pochissimi interventi di potatura. Sarà sufficente eliminare i rami danneggiati, quelli troppo vecchi e quelli malati avendo cura di mantenere la chioma il più areata possibile.

Uso dei frutti

Oltre ad essere consumate come frutta fresca le sorbe possono essere trasformate in una confettura dolce oppure essere mangiate come frutta secca.

In passato le sorbe venivano raccolte in anticipo quando ancora non avevano raggiunto una colorazione uniforme e risultavano ancora acerbe. La procedura richiedeva i seguenti passaggi: i frutti venivano spaccati a metà e immersi nel mosto di vino per alcuni giorni dopodiché venivano fatti essiccare totalmente e consumati come frutta secca, ciò serviva principalmente per aumentarne il tempo di conservazione.

Le sorbe sono ricche acido malico. Questa sostanza facilita i processi digestivi, combatte l’acidità gastrica e favorisce l’attività del fegato. Nelle sorbe inoltre abbonda la vitamina C, sostanze utilissima per molti processi dell’organismo, come l’assorbimento di altre sostanze nutritive (ferro, acido folico), per combattere i radicali liberi, per aiutare l’organismo a difendersi da infezioni e malanni di stagione.

Informazioni aggiuntive

Dimensioni

grande